Giuseppe Sabella, benché sia nato a Portici (NA), è un positanese d’origine e d’adozione. Da sempre è un appassionato di storia, pur avendo seguito studi economici. Ha approfondito, inoltre, la biologia marina, l’osservazione e la fotografia subacquea, firmando anche i testi di alcuni documentari d’argomento storico e biologico, che hanno riscosso unanime apprezzamento in competizioni nazionali e internazionali. Ha collaborato con alcune riviste di mare e di nautica. In collaborazione col fratello Roberto, per l’editore Matonti di Salerno, ha pubblicato Positano, storia, natura, itinerari (1996) e La Costiera Amalfitana (1997). Per le Edizioni Scientifiche di Napoli, ha pubblicato Fra le righe della storia. Positano 2 febbraio 1943 (1999). Il lavoro, nella ricostruzione di un affondamento della II Guerra Mondiale, prova ad analizzare non solo le ragioni di chi impone le grandi scelte, ma soprattutto di coloro che le subiscono. Nel 2012, per conto delle Edizioni Kappa di Roma, ha pubblicato Nobis Clam: rendita delle posizioni e posizioni di rendita. Il saggio è un’accurata diagnosi che traspone, nella coerenza scientifica di un modello matematico, gli aspetti giuridici, criminologici, macro e micro economici del malgoverno nazionale e fornisce quella “diagnosi” utile alla “prognosi” degli avvenimenti ancora in corso. Per conto di Europa Edizioni, nel 2015, ha pubblicato L’Operazione Valanga settant’anni dopo. Una ricostruzione storica utile a chiarire perché, dall’Unità in poi, in Italia le classi dirigenti avrebbero espresso individui sovente immeritevoli dei più alti onori cui furono preposti. Con Gestion-Flash ha curato, nello stesso anno, la parte matematico-probabilistica del programma Antiricycling, per la prevenzione del reato di riciclaggio.

  

 

Giuseppe Sabella

_______________________

 

 

 

 

Da Ulisse all'ambulanza: le Sirene tra mito e storia